INFERMIERITALIA

FUTURO - RICERCA - SVILUPPO -


Non sei connesso Connettiti o registrati

Stress da lavoro: è la prima causa di assenza dall'ufficio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Admin

avatar
Admin
Admin
Stress da lavoro:è la prima causadi assenza dall'ufficio

Un capoufficio tiranno, le pratiche che si accumulano senza sosta sulla scrivania, il ritmo logorante della vita moderna e adesso anche la crisi economica, che pende come una “spada di Damocle" sulla testa dei lavoratori. Per la prima volta in Gran Bretagna lo stress è diventato la principale causa di assenza da lavoro per malattia, scavalcando non solo le patologie “tradizionali” come il mal di schiena, ma anche quelle gravi, come ictus, infarto e persino il cancro. Lo ha certificato una indagine del Chartered Institute of Personnel and Development svolta in collaborazione con Simplyhealth: due lavoratori su cinque dichiarano di essersi assentati dal lavoro a causa del troppo stress nell'anno precedente alla ricerca.
Il fenomeno, ricordano i ricercatori, investe in maniera maggiore i lavoratori del pubblico impiego, ma anche tra chi fa lavori manuali lo stress ha superato malanni classici come i traumi da sforzo o la cervicale e si è accentuato in concomitanza del periodo “nero” dell’economia mondiale. È la prima volta che lo stress diventa la prima causa di assenza per malattia - conferma Jill Miller, responsabile dell’istituto di ricerca britannico -, mettendo in evidenza l’aumento della pressione che molte persone sperimentano sul posto di lavoro come risultato della prolungata crisi economica”.
La prima spia che lo stress condiziona la vita dell’impiegato è il cambiamento del suo comportamento. “Maggiore irritabilità, aggressività, insieme a disturbi del sonno, tachicardia, sudorazione sono sintomi comuni”, spiega Irene Figà-Talamanca, docente di Medicina del lavoro dell’Università La Sapienza di Roma. Problemi che “si possono trasformare in vere e proprie patologie dell'apparato digerente, come ulcere gastriche, dispepsia”, ma anche in “forme di reazioni allergiche o disfuzioni del sistema immunitario” fino ad arrivare a problemi di natura più grave “al sistema cardiovascolare o nervoso”, spiega ancora Figà-Talamanca che dirige, con la collaborazione di Silvana Salerno, un gruppo di studio proprio sui rischi e i danni per la salute causati dallo stress, che riguarda in misura maggiore le donne, le più oberate fuori e dentro il posto di lavoro.
Anche il fumo rientra nei rischi stress-correlati. “Può accadere che si inizi a fumare - ricorda l’esperta - o che chi aveva smesso ricominci, ma anche l’incremento del ricorso ai farmaci, come gli ansiolitici, per gestire lo stress, fa parte nella casistica tipica di questo quadro”. Tra le cause ci sono “orari e ritmi prolungati, rapporti interpersonali difficili, fattori organizzativi sbagliati, tuttavia in questi momenti delicati per il mondo del lavoro, - continua Figà-Talamanca - a giocare un ruolo è anche l’insicurezza data dalla possibilità di perdere il posto”. Non è un caso, se agli opposti, a rischiare di più sono i lavoratori che vanno a lavoro anche se malati, fenomeno noto come presenzialismo, "creando un problema per sé e per gli altri", ricorda l'esperta, e i disoccupati, "le prime vittime, per paradosso, dello stress da lavoro".
I rimedi cambiano da persona a persona e a seconda della professione e dello stile di vita, dell'età e della storia clinica. Una ricetta non c'è, ma può essere utile "identificare il proprio naturale livello di stress - spiega Salerno - e cercare di non accettare condizioni di lavoro o di vita che siano al di là della propria capacità di gestione, analizzare i punti di vulnerabilità psicofisica propri e all’interno della famiglia, ricordando che non è solo una sconfitta lavorativa a generare stress, ma anche avere successo o un avanzamento di carriera possono far male".

DAL SOLE 24 ORE

Vedi il profilo dell'utente http://infermieritalia.forumattivo.it

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum