INFERMIERITALIA

FUTURO - RICERCA - SVILUPPO -


Non sei connesso Connettiti o registrati

Bimbo morto in agriturismo per la caduta della porta di calcetto: domani l'autopsia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Admin

avatar
Admin
Admin
Bimbo morto in agriturismo per la caduta della porta di calcetto: domani l'autopsia

NAPOLI - 09/08/2011 -

Si svolgera' domani mattina al II Policlinico di Napoli l'autopsia sul corpo di Michele Leoncino, il ragazzo di dieci anni che ha perso la vita domenica sera schiacciato da un porta di calcetto in un agriturismo di Bacoli (Napoli). All'esame presenziera' anche un perito nominato dalla famiglia del piccolo originario di Giugliano, che attraverso i propri legali sta avviando tutte le pratiche per ricostruire la verita' sulla tragedia. Il magistrato che ha iscritto nel registro degli indagati il proprietario della struttura ed ha disposto il sequestro dell'area dove e' avvenuto l'incidente mortale, si prepara a nominare un perito tecnico per valutare se la struttura di gioco, le aree per il tempo libero e le porte da gioco erano a norma. Soprattutto bisognera' valutare se le porte erano ancorate in maniera adeguata al terreno e i motivi per i quali la struttura si e' capovolta schiacciando il giovanetto che si era arrampicato per recuperare un pallone imbrigliato nella rete. Non si placano, intanto, le polemiche per i soccorsi che sarebbero, secondo alcune testimonianze, giunti in ritardo e il mezzo di soccorso senza il medico a bordo. Anche su questo aspetto la polizia vuole vederci chiaro.

L'ASL SI DIFENDE: "ECCO COME E' STATO SOCCORSO"

L'Azienda Napoli 2 Nord manifesta ''un profondo dolore ai genitori ed ai parenti tutti per l'avvenuto decesso del piccolo Michele Leoncino, il bimbo morto perche' colpito dalla porta in un campo di calcio in un agriturismo di Bacoli''. Tuttavia, si legge in una nota, ''in considerazione delle notizie diffuse dagli organi di stampa, ritiene doveroso sottolineare l'ottimale organizzazione e funzionamento del Servizio Emergenza 118 che vede l'impegno di 120 medici, 120 infermieri ed altrettanti autisti soccorritori, capillarmente ed omogeneamente distribuiti su tutto il territorio aziendale (32 comuni per circa un milione e centomila abitanti)''.
''Come di prassi in questi casi e' stata prontamente attivata un'indagine ispettiva interna per verificare la correttezza dell'applicazione delle procedure di soccorso'', informa ancora la nota. ''Dalla verifica, in base alle notizie fornite e quindi registrate nella richiesta di soccorso pervenuta alla Centrale Operativa 118 Napoli Ovest alle ore 19,43, risulta che e' stata da quest'ultima attribuito all'intervento il Codice Verde (bassa gravita') che prevede il soccorso con un'ambulanza di tipo B (senza medico a bordo). Come emerge dai dati registrati nella 'Storia Evento dell'Emergenza' l'ambulanza partita alle ore 19,44 e' giunta sul luogo dell'incidente dopo 8 minuti (ore 19,52) Sul luogo dell'incidente vi e' stata una permanenza complessiva di 22 minuti necessari alla raccolta dei dati anamnestici e dell'accaduto, dell'esame obiettivo e della rilevazione dei parametri vitali'', informa ancora l'Asl. ''Il piccolo paziente risultava essere vigile e collaborante quindi come da protocollo Š stato conseguentemente messo in sicurezza con l'applicazione del collarino per i traumi cervicali ed imbracato alla barella spinale. Alle ore 20,14 l'ambulanza ripartiva per il trasferimento al Pronto Soccorso dell'ospedale di Pozzuoli. Durante il trasporto durato 14 minuti, il piccolo era vigile ed in condizioni stabili fino in prossimita' dell'arrivo all'ospedale di Pozzuoli quando ha incominciato a manifestare difficolta' respiratorie che hanno spinto il personale dell'ambulanza ad attuare le previste manovre di emergenza ed a trasformare il codice di soccorso da Verde in Rosso (massima urgenza) con relativa immediata comunicazione alla Centrale Operativa per riadeguare la presa in carico nel Pronto Soccorso dell'Ospedale. Giunto al Pronto Soccorso dell'ospedale di Pozzuoli (ore 20,28) purtroppo - conclude la nota - a nulla sono valse tutte le ulteriori manovre rianimatorie poste prontamente in essere per evitare l'exitus''.

Vedi il profilo dell'utente http://infermieritalia.forumattivo.it

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum