INFERMIERITALIA

FUTURO - RICERCA - SVILUPPO -


Non sei connesso Connettiti o registrati

Altro duro colpo per il "S. Barbara" Trasferiti gli infermieri di Chirurgia A vuoto la riunione dei sindaci del Savuto tenuta con Leoluca Orlando

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Admin

avatar
Admin
Admin
Altro duro colpo per il "S. Barbara" Trasferiti gli infermieri di Chirurgia
A vuoto la riunione dei sindaci del Savuto tenuta con Leoluca Orlando


Altro duro colpo all'ospedale "Santa Barbara" di Rogliano. Da ieri è stato trasferito all'Annunziata il primario chirurgo e, con una procedura del tutto irrituale, ossia per telefono, gli infermieri della divisione di Chirurgia generale sono stati interpellati sulla scelta volontaria della loro nuova destinazione. Il commissario straordinario dell'azienda ospedaliera di Cosenza, Paolo Gangemi, porta così in attuazione la delibera di chiusura di Chirurgia generale, con la quale dà accelerazione all'iter che dovrà portare il "Santa Barbara" nelle competenze dell'azienda sanitaria provinciale e che prelude alla sua trasformazione in poliambulatorio. L'iniziativa commissariale vien fatta coincidere con l'incontro che i sindaci del Savuto hanno avuto con il presidente della commissione parlamentare sui guasti della sanità, Leoluca Orlando, e con gli esiti favorevoli al presidio di Rogliano che dall'interlocuzione sono scaturiti. La coincidenza assume il senso di una "deliberata rispostaccia" alla istanza del Savuto, ma anche all'Ufficio del commissario che, come ha ricordato il sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo, aveva incaricato nei giorni scorsi il commissario Gangemi di elaborare una proposta finalizzata a favorire il rientro del "Santa Barbara" nell'azienda ospedaliera di Cosenza". Allo stesso manager, ha rilevato il sindaco, era stato portato l'esempio dell'ospedale di Melito che aveva subìto la stessa sorte, ma che poi è stato reinserito nello stesso ambito aziendale degli ospedali reggini, proprio per far fronte al sovraffollamento dei presidi della città di Reggio. Insomma, l'ostilità è dichiarata. Ne rileva la portata il comitato civico che sollecita i sindaci del Savuto ad adottare "forme di estrema protesta che appaiono sempre più inevitabili di fronte a comportamenti di una scorrettezza senza precedenti e a provocazioni gravissime nei confronti delle istituzioni e dei cittadini". Gallo, dal canto suo, ha anticipato il calendario delle proteste. Lunedì, presidio al "Santa Barbara"; mercoledì adunata popolare a Piano Lago. Nel frattempo, saranno interpellate le associazioni dei consumatori. Il comitato civico proporrà una petizione popolare da inviare al presidente della Repubblica. Per questa sera l'aggregazione si è convocata per dare corso alla raccolta delle firme. Il sindaco di Rogliano, nel tardo pomeriggio di ieri, ha diffuso una durissima dichiarazione: "Nonostante la Regione Calabria – ha rilevato - abbia aperto un tavolo di confronto con i sindaci della Valle del Savuto, prospettando soluzioni positive della vertenza in corso. Nonostante l'intervento del presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sugli errori in campo sanitario e sulle cause dei disavanzi sanitari regionali, on. Leoluca Orlando, che chiede al governatore Scopelliti di riconsiderare la posizione del S. Barbara' nell'ambito dell'Azienda ospedaliera di Cosenza, il commissario straordinario, Paolo Maria Gangemi, continua a sfornare provvedimenti con i quali trasferisce medici ed infermieri da Rogliano a Cosenza anche in presenza di ricoveri e attraverso semplici telefonate". Si tratta – ha proseguito Gallo - di modalità che lasciano di stucco, soprattutto per un settore delicato come quello della Sanità".

Vedi il profilo dell'utente http://infermieritalia.forumattivo.it

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum